La Fondazione Lucio Dalla opera con l’intento sia di celebrare e rinnovare la memoria dell’artista, attraverso unanarrazione che spazia in tutti i campi in cui la genialità di Lucio Dalla si è espressa, sia di creare nuovo valore, artistico e culturale, nei campi nei quali Lucio Dalla ha agito e nei quali ha investito le proprie energie ed espresso la propria genialità e la propria passione.

La Fondazione Lucio Dalla è uno dei soggetti culturali che rappresentano Bologna e agisce in collaborazione con la città e con le istituzioni che la rappresentano, con l’intento di contribuire a conferire a Bologna città creativa della MusicaUNESCO, un ruolo da protagonista nel panorama internazionale e di promuovere la figura di Lucio Dalla come bene comune.

Questo è il senso del Patto di Collaborazione che Fondazione Lucio Dalla e il Comune di Bologna hanno stretto impegnandosi alla realizzazione di una articolata progettualità che, avendo Lucio come inesauribile fonte di ispirazione, si esprime in attività culturali e in iniziative rivolte ai giovani, senza trascurare l’attenzione, che Lucio ha sempre avuto,per il sociale. Il patto di collaborazione infatti è lo strumento con cui si costruiscono alleanze e collaborazioni per la cura dei beni comuni della città, al fine di proteggere e valorizzare le sue identità, realizzando iniziative e percorsi condivisi.

Importante, in questo quadro progettuale, è la Casa di Lucio Dalla che l’artista amava profondamente e che rappresenta un affascinante percorso tra le sue innumerevoli passioni, i suoi interessi e le sue curiosità. Con l’iniziativa “Venerdì ci vediamo da Lucio”, Fondazione Lucio Dalla, avvalendosi della collaborazione tecnico-operativa di BolognaWelcome, a partire da gennaio 2019 aprirà settimanalmente le porte della Casa dell’artista e le sue stanze, che esprimono le tante sfaccettature di una incontenibile personalità, accoglieranno i visitatori desiderosi di compiere un vero e proprio viaggio nella vita di Lucio. I visitatori potranno scegliere tra i quaranta venerdì in calendario prenotando online attraverso il sito www.fondazioneluciodalla.it o sul sito www.bolognawelcome.it a partire dal 9 dicembre 2018. Il prezzo finale della visita guidata sarà di 15€ per persona.

La Casa sarà sempre di più anche luogo vitale, fucina di idee e incubatore di creatività: il progetto “Labo-contest videoclip” che Fondazione Lucio Dalla realizzerà in collaborazione con Bologna Città Creativa della Musica UNESCO e con il neonato ufficio Musica del Comune di Bologna a partire dal 2019, aprirà le stanze di via D’Azeglio ai giovani, per una residenza artistica. Il bando della Fondazione prevede, al termine di questo percorso creativo, la selezione del. video-maker che realizzerà il videoclip di un brano di Lucio Dalla.

Nel 2019 ricorre il quarantennale dell’uscita di uno degli album più famosi e più significativi dell’artista, “Lucio Dalla”, che ispirerà il principale evento di celebrazione del compleanno dell’artista. Il 4 marzo 2019 il palco del Teatro Comunale di Bologna ospiterà l’appuntamento dedicato a Lucio e al suo genio; un’occasione per ricordare anche la proficua collaborazione tra il cantautore bolognese e il Comunale, che in passato ha dato vita a spettacoli come “Pierino e il Lupo” di Sergej Prokof’ev del 2005, il dittico con “Pulcinella” di Igor Stravinskij e con “Arlecchino” di Ferruccio Busoni del 2007 e “The Beggar’s Opera” di John Gay del 2008.

www.fondazioneluciodalla.it

Please follow and like us:
0